lunedì 14 marzo 2016

La donna tra arte e cultura: mostra di pittura "Carne" di Giuseppe Pizzardi

ESSERE DONNA


Esposizione del maestro Giuseppe Pizzardi

"Carne"



Nel mondo occidentale la donna oggi gode degli stessi diritti dell'uomo, ma in gran parte del mondo purtroppo non ha ancora acquisito una piena parità né in campo economico né sociale né culturale né politico, nonostante molte leggi attestino la parità dei sessi.
In molte culture, soprattutto orientali, il ruolo della donna è esclusivamente quello di moglie e madre e infatti alle ragazze viene proibita l'istruzione.

A dire il vero, anche nella cultura occidentale, spesso è ancora considerata inferiore all'uomo;
questo atteggiamento maschilista, retaggio di lunghi secoli difficile da superare, è riprovevole proprio perché è rivolto contro l'essere simbolo della perfezione ed emblema della vita.
Anche nei paesi più sviluppati, quindi, la condizione della donna non è ancora quella di una piena parità con l'uomo. Un esempio eclatante ne è la politica, che continua a essere controllata dagli uomini (spesso con scarsi risultati).
Eppure in età antica e soprattutto nelle civiltà egizie e mesopotamiche la donna aveva una posizione elevata all'interno della società. Vi furono infatti donne come Nefertiti e Cleopatra che divennero regine.

Anche nella civiltà minoica la donna godeva di una condizione elevata; mentre nella Grecia classica la donna non godeva di diritti politici né poteva assistere alle manifestazioni pubbliche.
A Roma invece la donna era considerata quasi pari all'uomo, aveva gli stessi obblighi dell'uomo nei confronti dei figli e poteva accompagnare il marito alle feste; vi erano però delle limitazioni imposte dal diritto romano come quello di accedere alle magistrature pubbliche.
L'emancipazione femminile nell'era moderna ha avuto inizio tra la fine del IXX secolo e gli inizi del XX secolo in Inghilterra e negli Stati Uniti d'America, dove le donne rivendicarono il diritto al voto e la parità di trattamento nel lavoro. Ma la vera emancipazione femminile nel mondo occidentale è iniziata dopo la seconda guerra mondiale.

Tuttora la donna subisce spesso molta violenza e non solo fisica.
Eppure la donna rappresenta la vita, è colei che dona colore ed entusiasmo all'uomo.
Molti artisti dedicano pensieri e opere alla donna, che rappresenta il pezzo forte del loro repertorio. La donna rappresenta la croce e la delizia dell'uomo, poiché oltre a dare la vita, dona emozioni e sollievo.
Tra le tante vi sono due affermazioni importanti che mi preme citare:
Oscar Wilde disse che: “Se Dio non avesse fatto la donna, non avrebbe fatto il fiore”.
Mentre Rita Levi Montalcini diceva che: “ Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza”.

Nella mostra “CARNE” del maestro Giuseppe Pizzardi possiamo ammirare delle grandi opere che rappresentano la donna in ogni suo aspetto a partire dall'Eden nel quale viene rappresentata Eva con Adamo.

Una tecnica raffinata in opere prodotte in periodi diversi, ben visibile dal colore che cambia a seconda del periodo: partendo da opere figurative fino ad arrivare a opere in cui il colore prende forma con effetti più da Pop Art.
Raffigurazioni di donne simbolo dell'antichità con Elena di Troia o la donna oggetto del desiderio. Di grande impatto emotivo l'opera “Sacrificio” in cui viene raffigurata la violenza sulla donna.
Da notare la perfezione e la cura del dettaglio nelle opere figurative con l'uso del chiaro scuro, luci e ombre che definiscono il dettaglio. Opere in cui l'artista trapanese spinge il suo talento verso la sperimentazione pittorica, giocando più con i colori e la luce.
Un'esposizione di grande livello artistico colora gli ambienti del Saint George Café che continua un percorso culturale e artistico importante, con artisti contemporanei siciliani.

Importante anche la collaborazione della Pro Loco di San Giorgio sia dal punto di vista tecnico espositivo sia dal punto di vista della divulgazione dell'informazione.


Prossimamente sarà ospitata la mostra di un'artista sangiorgese, Salvatrice Barberi.



 Potete anche leggere il mio articolo su Telepattiweb cliccando sul link seguente:

 http://www.telepatti.it/News.asp?SelCat=14&Azione=Dettaglio&Id=2882#

 E sul seguente link l'anteprima dell'incontro "ESSERE DONNA"

http://filippopuglia.blogspot.it/2016/03/essere-donna-incontro-darte-e-cultura.html

Filippo Puglia

Nessun commento:

Posta un commento

Cari amici lasciate un vostro commento, affinché possa crescere e confrontarmi con voi. Grazie